L'intervento al tunnel carpale è l'operazione chirurgica indicata per chi soffre di una grave forma di sindrome del tunnel carpale.

La finalità dell'intervento è la decompressione del nervo mediano, ottenuta tramite una sezione del legamento carpale situato a livello del polso. L’intervento, che si esegue in anestesia locale con eventuale sedazione per garantire il miglior confort del paziente, consiste in un’incisione cutanea di 3 centimetri a livello del polso per esporre il legamento trasverso del carpo e decomprimere il nervo mediano.

La sutura viene generalmente realizzata con punti riassorbibili che tenderanno a staccarsi in modo autonomo quando la guarigione della cicatrice sarà completata (generalmente entro 12-15 giorni).

Il paziente potrà utilizzare la mano operata già a partire dal giorno stesso dell’intervento, senza però sollevare pesi e fare sforzi per le prime 3- 4 settimane.


Hai delle domande?
Scrivici un messaggio.

Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo telefono
Inserisci la tua email
Inserisci il messaggio
Leggi e accetta l'informativa
Il tuo messaggio è stato inviato correttamente
Si è verificato un problema
Contattaci