L’Onicectomia è un trattamento chirurgico che prevede la rimozione totale o parziale dell’unghia incarnita.

Questo è un disturbo piuttosto comune, che può dipendere da un semplice taglio errato delle unghie dei piedi, dall’indossare calzature scomode e costrittive oppure da particolari traumi. Il trattamento dell’unghia incarnita varia in base all’entità e allo stadio di sviluppo del problema da trattare.

Onde evitare che l’unghia incarnita provochi ascessi molto dolorosi, è importante che il trattamento venga svolto non appena appaiono i primi sintomi legati al disturbo, cioè il dolore intenso al livello del dito, arrossamenti e gonfiori nella zona colpita, eventualmente infezioni.

Qualora si intervenga nelle prime fasi del disturbo, è sufficiente la rimozione della spicula che penetra nei tessuti circostanti e la correzione della forma dell’unghia. Se, invece, si interviene quando l’unghia incarnita è in uno stato più avanzato, o in seguito a recidiva di altre operazioni chirurgiche, può rivelarsi necessario procedere con l’Onicectomia.

L’Onicectomia prevede l’asportazione chirurgica dell’unghia e dell’area infiammata. A seconda dell’estensione e della gravità dell’infezione, la rimozione può essere parziale o totale. L’intervento viene eseguito in anestesia locale, e dura circa 40 minuti.

Hai delle domande?
Scrivici un messaggio.

Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo telefono
Inserisci la tua email
Inserisci il messaggio
Leggi e accetta l'informativa
Il tuo messaggio è stato inviato correttamente
Si è verificato un problema
Contattaci